behance

lunedì 10 dicembre 2012


Non ho ancora voglia di raccontare la mia esperienza a Montreuil perciò intanto guardatevi questa nuova tavola per "Au royaume de la mer"!
Forza, me ne mancano 4 e ho finito!!!! :D

giovedì 22 novembre 2012


Ecco, ho rifatto le bandierine, i colori ora si addicono di più al resto delle tavole!
Ormai manca pochissimo alla partenza per Montreuil, speriamo di avere fortuna con la Nonnina :)

giovedì 18 ottobre 2012


Un'altra immagine per "Au royaume de la mer", marzo 2013!
Ringrazio molto l'editore per i suoi preziosi consigli che mi hanno fatto accendere la lampadina :)
Potete vedere il blog della scrittrice, Laurie/Alyssa, nei link a destra.

:D mercì à tous!

sabato 1 settembre 2012

Fase 2

Nessuno sa quanto fortemente desideravo che qualcosa nella mia vita cambiasse, avevo visceralmente bisogno che girasse il vento.
E dopo tante fatiche e tribolazioni qualcosa è accaduto.
"Au royaume de la mer" uscirà a marzo 2013 e spero che mi porti fortuna: il 13 è sempre stato un numero propizio per me.
Sono contenta soprattutto perché ci sono riuscita da sola e incrocio le dita affinché vada tutto bene.
Quando tutto sembrava perduto gli dei hanno ascoltato le mie preghiere: fortissimamente volli e fortissimamente ottenni.
Non ho deciso di fare l'illustratrice ieri mattina, superficialmente come fanno in tanti, per ripiego o perchè fare i disegnini è un passatempo carino.
Fare illustrazione è il mio obiettivo da anni, ci ho lavorato molto ed era giusto che ottenessi qualcosa.


mercoledì 11 luglio 2012


Mission: poca spesa tanta resa.

Da parecchio tempo sentivo il bisogno di cambiare un pò tecnica, volevo fare illustrazioni meno "dipinte", più tecnicamente semplici, dove il segno delle matite fosse prevalente.
Non volevo abbandonare del tutto l'acrilico ma cercavo un compromesso tra le due tecniche, che mi permettesse di non perdere giornate per realizzare un'unica tavola.
Ho provato diverse soluzioni ma non arrivavo al risultato che avevo in mente.

Trovo inutile fare tanta fatica, visto che gli editori non mi si filano.
Voglio fare belle tavole con uno sforzo più contenuto e che mi dia più soddisfazione.

Dopo innumerevoli esperimenti sono giunta a questo risultato: è semplice, mi piace, mi sono divertita, è luminoso, ci ho messo un pomeriggio.

Che ne dite? :D

lunedì 18 giugno 2012

Mi dispiace non aver più aggiornato il blog ma sono rimasta un mese senza computer per un guasto... Dopo aver molto rotto le scatole è risorto come l'araba fenice ed è tornato in famiglia :D
Presto metterò dei nuovi disegni, sto facendo degli esperienti per semplificare la mia tecnica in modo da ottenere un effetto ruspante tipo schizzi.
A presto! :)

giovedì 10 maggio 2012


Voilà le jardin!!!
Dopo una settimana di fatica boiona ecco quà in mondovisione il giardino segreto della nonnina! :D

Avrei voluto fare anche una tavola per la selezione di Sarmede ma non ho fatto in tempo... :(

giovedì 3 maggio 2012

domenica 22 aprile 2012

Pochi giorni fa ho letto 2 articoli che mi hanno fatto pensare, uno sul web, l'altro in una rivista.
Il primo faceva una riflessione sul lavoro dell'illustratore: spesso, mentre si lavora ad un progetto, il progetto stesso ci viene a noia, ci si stufa e si tende ad abbandonarlo per fare altro.
Fare (minimo) 12 tavole coerenti, in effetti, non è cosa da poco! Considerando, inoltre, che si lavora molto soli.
L'altro articolo, invece, parlava di tutt'altro: raccontava di come certi personaggi, oggi famosissimi, avessero fallito clamorosamente prima di raggiungere il successo, ciascuno nel proprio ambito.

Ora, personalmente, è dalla seconda superiore che voglio fare illustrazione: quando l'ho scoperta ho capito all'istante che era fatta per me e per tutti i 5 anni ho marciato pensando a questo.
Ottenuto il diploma però mi sono trovata nel vuoto: come si fa a fare l'illustratrice?
Allora mi sono iscritta all'università, ad un corso che "accultura" ma che in concreto non insegna niente.
Intanto ci penso, mi sono detta.
Per me è stato un inferno, una crisi personale e una delusione (umana e formativa) che mai avevo provato: io che, sebbene giovanissima, avevo sempre fatto scelte miratissime, puntando ad obiettivi chiari come l'aria senza mai pentirmi, avevo decisamente cannato!
Sono andata avanti perchè mi dicevano "ma dai che sei brava", "se molli cosa fai?" e simili.
Ma l'illustrazione?
Non riuscivo più a fare niente: dovevo prendere appunti, studiare, rendere!
Nel panico più totale mi sono iscritta, per il rotto della cuffia, ad un corso di illustrazione nella mia città.
Lo avevo scoperto un pomeriggio su internet, era tenuto da una sconosciuta presso la sede di un'associazione mai sentita: provo, mi sono detta, al massimo avrò buttato dei soldi... peggio di così...
Mi ha cambiato la vita.
Per le cose che ho imparato e per le persone che ho incontrato.
Sentivo che "era possibile".
Con l'università ho continuato, facendo una fatica BESTIALE e sentendomi SEMPRE inadeguata.
Puntualmente però arrivavo alle fiere con le cose fatte a metà, senza progetti e con tavole poco mature.
Non contattavo gli editori perchè non mi sentivo pronta e quindi non mi esponevo.
Ogni volta sentivo di non aver "fatto abbastanza", di non essermi impegnata.
Mi pareva di perdere occasioni perchè, molto semplicemente, non ero preparata ma oggettivamene non ce la facevo!
Non ho tempo, pensavo.
Investivo energie in una cosa che proprio non sentivo mia e che mi era insopportabile con il risultato di trascurare ciò che mi interessava veramente.
Intanto gente anche meno brava di me iniziava ad ottenere i primi risultati, semplicemente perchè aveva l'atteggiamento giusto.
Ad un certo punto mi sono detta basta: ho aperto un blog dove metto le mie immagini, mando raffiche di mail, cerco contatti.
E ora che ho cominciato seriamente a farmi vedere, 2 scrittrici francesi mi hanno affidato dei loro racconti, splendidi, da illustrare.
Hanno gentilmente investito su di me così come io avrei dovuto, prima, investire su me stessa.
Considero l'università il mio fallimento ma ora sono brava, sono professionale, merito di fare l'illustratrice.

lunedì 16 aprile 2012

La vieille Madame



Ho prodotto 2 nuove tavole per la storia della nonnina, gli esperimenti precedenti non avevano riscontrato successo...


Pregherei l'utenza di illuminarmi: è migliore la nonnina delle tavole sopra o quella della tavola con gli alberi verdi (sotto)?
I colori di quest'ultima non erano stati apprezzati (poco carichi...).
Ho cercato quindi di farli più vivi ma non troppo perchè poi si scopre un giardino segreto e vorrei creare un'esplosione cromatica in quel momento.
Comunque non le rifaccio, troppo scocciamento.

domenica 8 aprile 2012

Mi ha molto stancato la gente che pensa che l'illustrazione sia un disegnino sdolcinato che decora una pagina con un pezzo di testo.
L'illustrazione vera, ben fatta e molto pensata, è un testo nel testo, va "letta" e interpretata tanto quanto le parole.
Chi apre un libro illustrato (di quelli veri!) dovrebbe farci la cortesia di osservare ATTENTAMENTE le immagini, dovrebbe considerare il prodotto libro SEMPRE nel suo insieme (testo, illustrazioni, risguardi, copertina...).
Un libro non è semplicemente un testo... è più un profumo, un sapore, una sensazione che nascono dall'incrocio di diversi elementi.
L'illustrazione pone dei limiti: un formato, il conto delle pagine... e c'è chi pensa che, invece, l'espressione artistica dovrebbe essere libera, senza vincoli, altrimenti "l'artista" non può esprimersi appieno.
Vedete, cari artisti, è proprio questo il punto, secondo me: un'immagine creata da questo presupposto è un'immagine fine a se stessa, che non dice nulla, fatta per assecondare il proprio ego.
E' il limite che crea la vera ispirazione.

martedì 3 aprile 2012

Ho scoperto da pochissimo un blog, Roba da disegnatori: lo trovo in generale ben fatto :) ma ho trovato interessantissimo l'ultimo post dedicato a Davide Calì: leggetelo, le sue considerazioni sono molto vere, concrete e intelligenti.
Le condivido appieno...

venerdì 30 marzo 2012

La vieille Madame


Ecco quà una nuova tavola per un altro nuovo progetto: il testo, bellissimo, è ancora di Laurie Cohen.
Si tratta di una tavola un pò sperimentale, mi sono stancata dell'acrilico multistrato e un pò leccato.
Ho provato dunque a fare qualcosa di più semplice, cercando di mantenere anche un segno grafico.
Il risultato è positivo?

martedì 13 marzo 2012

Ci terrei molto a ringraziare le persone che hanno scelto di diventare lettori fissi di questo blog, soprattutto coloro che non conosco! :)
Il sostegno, anche virtuale, conforta sempre.
Presto metterò delle nuove illustrazioni del mio quarto nuovo progetto!

Tra l'altro mi sono accorta che nei post precedenti ho sbagliato a scrivere: si dice "royaume" e non "royame"... :/ abbiate pietà...

sabato 3 marzo 2012

Au royame de la mer 5


Ecco quà in anteprima mondiale la copertina per "Au royame de la mer": speriamo che vada bene e che trovi un editore, mica si può fare tutto per la gloria....

J'espère que ce projet (et le projet avec Ingrid, "Mademoiselle Gladys") trouvera éditor!

lunedì 20 febbraio 2012

La capretta Gelsomina



Terzo nuovo progetto: illustrare la filastrocca della capretta Gelsomina scritta da Graziella Donola, che ringrazio per aver pensato a me per le immagini.
Probabilmente inizierò a drogarmi di ginseng...

Sarò sincera, generalmente non amo i testi in rima, spesso sono cantilene melense e scimunite (termine che mi fa volare indietro di parecchi anni, lo si sentiva spesso ripetere durante le lezioni di plastica...hahaha, chi c'era capirà!).
La filastrocca di Graziella, invece, è ben scritta, è divertente, ha nervo, perciò sono ben contenta di darle vita con i colori!
Spero grandemente che trovi pubblicazione :)

Ormai siamo prossimi alla Bookfair di Bologna, è sempre bello andare ma non mi "agita" come in passato: in pochissimi guardano le cartelle, chissà se quest'anno sarà diverso...
Vado per fare la turista, per rivedere facce, per respirare aria di libri, per la fibrillazione, per rendermi ancora conto che ho maturato una nuova coscienza di me.
Se poi ci sarà anche da mostrare la cartella, meglio... nel dubbio ho cortesemente chiesto qualche rendez-vous :)

mercoledì 8 febbraio 2012

Au royame de la mer 3


Il testo dice "l'acqua scintilla come ornata da un tessuto di diamanti".
Sarete d'accordo con me nel pensare che rendere una spianata di acqua tipo diamanti è difficilino....
Io ho tentato in questo modo, spero che il risultato piaccia a Laurie e a voi che leggete codesto blog!
:D

lunedì 30 gennaio 2012

giovedì 19 gennaio 2012

Gladys 3


Continua la produzione delle tavole di Mademoiselle Gladys!
Nei post precedenti ho dimenticato di dire che il testo è di Ingrid Chabbert.

Un texte poétique et raffiné...

domenica 15 gennaio 2012

Pavè alla cannella

Dato il successo di pubblico ottenuto dal mio dolcetto alla cannella, rendo pubblica la ricetta:

Mescolate nell'ordine:
250 gr farina
1 bustina lievito
1 cucchiaio cannella in polvere
250 gr zucchero
2 ovetti
250 ml latte
1 presa di sale
125 gr di burro fuso

Infornate a 180 gradi x 30 min.

mercoledì 11 gennaio 2012

Gladys en couleurs 2



Elle n'avait pas de famille et pour seul compagnon Ténor, son chat boiteux gris et blanc.
Alors, quelques jours auparavant, sans doute quatre ou cinq, elle eut une idée pour se sentir moins seule...

sabato 7 gennaio 2012

GLADYS EN COULEURS


"Il était une fois l'histoire de mademoiselle Gladys.
Elle vivait seule avec son très vieux chat dans une maison un peu grande pour elle."




"...Elle qui maniait si bien les mots, elle qui savait les faire valser sous ses doigts, elle qui les murmurait aussi joliment qu'elle les couchait sur le papier..."



Ingrid, je te enverrai un PDF avec les illustrations et le texte! Mais avec une autre illustrations que je finirai très tôt!
:D

domenica 1 gennaio 2012